Anche Carceri ha il suo Ecocentro...

Anche Carceri ha il suo ecocentro

«Un servizio pensato per tutelare l’ambiente e i cittadini»

I CITTADINI DI CARCERI POSSONO ACCEDERE AI SERVIZI DELL’ECOCENTRO DI ESTE

Firmata una convenzione per consentire l’accesso all’ecocentro di Este anche agli utenti di Carceri. L’ecocentro di Este, situato in via degli Artigiani, è ora accessibile anche agli utenti di Carceri.
Una soluzione resa possibile grazie ad un accordo tra il Comune di Este e quello di Carceri per dare un ulteriore servizio ai cittadini, ma soprattutto per garantire un incremento della raccolta differenziata e il conseguente rispetto dell’ambiente.
Ritengo si tratti prima di tutto di un servizio fondamentale per l’utenza e pertanto andava garantito,¬ in un periodo di ristrettezze economiche per i Comuni non potevamo certo pensare di realizzarne uno ex novo: per questo abbiamo ritenuto che fosse produttivo fare rete con altri Comuni del territorio per gestire insieme determinati servizi.
La bassa padovana deve imparare a fare squadra su tanti ambiti e quello dei servizi offerti ai cittadini dev’essere il primo”.
L’ecocentro è aperto il mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 17 e il sabato dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 17. E’ possibile conferire una grande varietà di rifiuti: frigoriferi, condizionatori, televisori, computer, tubi al neon, piccoli elettrodomestici, cartucce e toner esauriti, rifiuti ingombranti, oli alimentari esausti, imballaggi di vetro, carta, legno, plastica, metalli, imballaggi di plastica, imballaggi di legno, farmaci e medicinali scaduti, pile esaurite, sfalci e pneumatici. Per conferire i rifiuti è necessario qualificarsi tramite l'esibizione del documento d'identità e comunicare l'intestatario del contratto di fornitura del servizio di igiene urbana. I rifiuti vanno portati personalmente negli appositi contenitori o piazzole opportunamente predisposti. Naturalmente è vietato abbandonare rifiuti in prossimità della recinzione, presso l'ingresso e comunque all'esterno dell'ecocentro o depositare i rifiuti al di fuori degli appositi contenitori. “Ai cittadini di Carceri va il mio ringraziamento per i livelli di differenziata da record che abbiamo raggiunto ¬ ha continuato Businaro ¬ grazie alla possibilità di conferire in ecocentro, si potrà aumentare ancor di più la differenziata, senza contare che gli utenti non dovranno più tenere in casa alcune tipologie di rifiuti in attesa delle raccolte programmate.
La tutela dell’ambiente non è solo modo per mettersi in mostra. E’ invece un atto di rispetto nei confronti di noi stessi e del nostro territorio: se vogliamo un domani migliore per noi e per le nuove generazioni, dobbiamo imparare a fare rete e tutelare il patrimonio storico, culturale e ambientale dove siamo nati e cresciuti”

torna all'inizio del contenuto